Banca del seme

Il Centro di Trattamento dell’Infertilità PARENS collabora ininterrottamente dal 2005 con la maggior base di donatori di seme del mondo Cryos. Nella nostra offerta si trova anche il seme del European Sperm Bank.

I nostri donatori sono uomini normali, fisicamente e mentalmente sani, derivati da una vasta popolazione di individui. La maggior parte di loro sono studenti di università. Ciascun donatore ha soddisfatto le rigorose condizioni di selezione ed ha superato con successo le analisi richieste prima che il loro seme sia stato accettato. Per il seme donato, i donatori hanno ottenuto solamente un piccolo compenso, e abbiamo ragione di credere che siano persone che vogliono aiutare gli altri.

I donatori sono pienamente informati circa l’attività della banca del seme ed hanno firmato un contratto, in cui dichiarano di non appartenere a gruppi a rischio di contatto con l’AIDS, e inoltre di essere determinati a donare il seme per coppie senza figli, ai fini dell’esecuzione delle procedure di riproduzione assistita. I donatori rinunciano a tutti i diritti e responsabilità genitoriali. Inoltre, i donatori dichiarano con decisione la garanzia della proprio anonimità.

 

Il processo di selezione del seme del donatore non è facile. È una decisione molto importante che deve essere ben riflettuta. Per questo Vi consentiamo l’accesso al catalogo dei donatori ancora prima della visita nel Centro di Trattamento dell’Infertilità PARENS. La Banca del Seme funziona come un semplice negozio on-line – il suo utilizzo è estremamente facile ed intuitivo.

Schema della procedura d’accesso alla Banca del Seme e di selezione del donatore:

Le informazioni dettagliate sulla disponibilità dei donatori sono disponibili sul sito LABORATORIUM IVF.

Esiste la possibilità di selezione del seme direttamente dai siti delle banche con cui collaboriamo (Cryos e European Sperm Bank). Per ordinare il seme di un donatore specifico, si prega di fornire tale informazione al personale del Centro di Trattamento dell’Infertilità PARENS.

ATTENZIONE – nel caso si desideri ordinare il seme direttamente dalla banca del seme, è necessario comunicare tale informazione almeno a 2 settimane dalla data dell’intervento programmato.

Le analisi a cui sono sottoposti tutti gli uomini che vogliono essere donatori

Prima della qualificazione, i donatori sono controllati per la presenza di Clamidia e anticorpi contro l’HIV-I e HTLV-I, cosi come contro l’epatite B (antigene HBsAg) e l’epatite C (HCV Ab). Si esamina anche il gruppo sanguigno (ABO) e il cariotipo (46, XY).

In situazioni specifiche la banca del seme esegue anche altri test relativi all’eredità di malattie (anemia falciforme, Talassemia, Malattia di Tay Sachs, Fibrosi cistica).

Viene eseguita un’anamnesi completa (con particolare riguardo per la possibilità di trasmissione ereditaria delle malattie) e le informazioni vengono memorizzate sulla scheda medica del donatore. Ciascun donatore viene esaminato e approvato da un medico.

Ogni tre mesi, i donatori sono esaminati nuovamente per la presenza di malattie sessualmente trasmissibili: HIV-I e II, sifilide (WR), gonorrea (GC), epatite B e C, e Clamidia.

I dati del donatore che si trovano nel registro della banca del seme: numero del donatore, colore degli occhi, colore dei capelli, altezza, peso corporeo, razza, aspetto individuale (tra cui la carnagione), profilo psicologico, età, istruzione/tipo di lavoro svolto o settore di studio, gruppo sanguigno, cariotipo, risultati negativi dei test per la clamidia, gonorrea, HBsAg, HCV-Ab, sifilide, HIV-I e II, HTLV-I e, eventualmente, altri test.

Il seme rimane congelato in quarantena per almeno 6 mesi. Dopo questo periodo, il donatore viene nuovamente esaminato per la presenza di HIV e se il risultato è negativo, il seme può essere reso a disposizione.